Spazio Labo', Strada Maggiore 29, 40125, Bologna - Tel.3394534132

CAROLE URSULA MARRONE

L’anno della Capra

Progetto realizzato all’interno del modulo di fotografia Documentaria, tenuto da Martino Lombezzi, e incluso nella pubblicazione ID#01 di Edizioni Labo’ (disponibile presso la libreria di Spazio Labo’).

Nel Macrolotto, distretto industriale specializzato nel tessile alla periferia di Prato, il Capodanno si festeggia due volte. prima quello italiano e poi quello cinese, che nel 2015 è caduto il 28 febbraio, aprendo le porte all’anno della Capra. Non si aspetta la mezzanotte, qui i festeggiamenti iniziano con la luce del mattino. Il dragone comincia a sfilare tra le vie, davanti a ogni fabbrica il proprietario lo invita a entrare nella sua azienda, trasformata per l’occasione nel salone delle feste. Si sa, i cinesi quando fanno qualcosa lo fanno in grande, non vogliono di certo passare inossevati. Così si scatena una sorta di competizione fra uno showroom e l’altro, addobbati con metri e metri di poliestere scarlatto e veri red carpet che ti accolgono dal ciglio della strada fino al banchetto, più simile a un altare delle offerte che a un buffet. Il capodanno è come una breve pausa nella loro routine, fatta di giornate che non conoscono ozio e svago: bisogna produrre, non ci si reca nei ristoranti o in città, si resta sul posto di lavoro anche a festeggiare. Poi, salutato dai mortaretti, il corteo prosegue verso la prossima azienda, le porte si chiudono e si riprende a lavorare. In fondo per l’Italia è un giorno come un altro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi