Spazio Labo', Strada Maggiore 29, 40125, Bologna - Tel.3394534132

LAURA CAMPANA

Il posto delle cose

Progetto realizzato all’interno del modulo Fotografia e Arte Contemporanea tenuto da Davide Tranchina.

Il progetto “Il posto delle cose” nasce dalla volontà di rispolverare le vecchie foto d’archivio e in questo caso specifico le diapositive di famiglia; questa operazione ha consentito a Laura di notare come lo scorrere del tempo abbia cambiato le situazioni, ma non gli spazi della sua infanzia.
Tramite la sovrapposizione di momenti passati e presenti il progetto vuole quindi rievocare la malinconia del tempo che passa alterando i rapporti e la vita familiare, senza però modificare gli oggetti e dando così l’illusione che nulla sia cambiato.

Wok of Art

Progetto realizzato all’interno del modulo di Fotografia Documentaria, tenuto da Martino Lombezzi, e incluso nella pubblicazione ID#01 di Edizioni Labo’ (disponibile presso la libreria di Spazio Labo’)

Foto realizzate con la collaborazione di Giulia Sandri.

Fondata del 1710, la storica Accademia di Belle Arti di Bologna guida la classifica degli atenei italiani preferiti dagli studenti cinesi. Situata nel cuore della città “dotta”, ospita numerosi studenti che ne animano la vita culturale e sociale. i molteplici corsi dell’antico ateneo hanno sempre attratto giovani da tutto il mondo, in particolare negli ultimi anni molti studenti cinesi amanti dell’arte. Il fascino dell’Italia e il suo patrimonio culturale, infatti, continuano a renderla la meta più ambita per i giovani studenti d’arte in cerca d’ispirazione e opportunità. A facilitare questo significativo afflusso di giovani nel Bel Paese, sembra essere anche la facilità delle procedure con cui vengono trattate le pratiche di richiesta di visto per gli studenti. le giovani generazioni italiane e cinesi sono sempre più attratte dalle rispettive lingue e culture, tanto che la mobilità e gli scambi culturali nel campo dell’istruzione sono in costante aumento. In quest’ambiente suggestivo di contaminazioni reciproche, tra i laboratori e i marmi dei corridoi dell’Accademia, si vede crescere una piccola nuova comunità di giovani volenterosi ed entusiasti che cercano di trovare un posto nel grande panorama artistico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi