Spazio Labo’ – Centro di fotografia | Strada Maggiore 29 | Bologna

DOCENTI CORSO ANNUALE SERALE

ROBERTO ALFANO

TECNICHE DI RIPRESA IN STUDIO (PERCORSO TECNICO)

È co-fondatore e co-direttore di Spazio Labo’, dal 2010 dirige e cura le attività didattiche del centro strutturando diverse tipologie di corsi tra cui: il corso triennale in fotografia, il corso annuale serale, i master di alta formazione in fotografia, il programma di formazione all’estero Photography Workshop in New York e da ultimo il corso on line a lungo termine Photo ToolBox.  La qualità della direzione della didattica ha portato, negli anni, al riconoscimento internazionale della sezione formativa di Spazio Labo’, che molto spesso è diventata oggetto di premiazioni all’interno di importanti kermesse della fotografia italiana. Dal 1999 collabora con diversi brand privati per la realizzazione di campagne di comunicazione e advertising. Dal 2011 collabora come lettore di portfolio e giurato presso alcuni dei più rinomati festival di fotografia in Italia, tra cui SIFest e PhotoVogue. Nel 2018 è stato direttore artistico della 26a edizione del festival di fotografia SIFest.

Samantha Azzani Spazio Labo'

SAMANTHA AZZANI

TECNICHE DI RIPRESE FOTOGRAFICHE, LINGUAGGI, AUTORIALITÀ (PERCORSO TECNICO)

Fotografa indipendente e artista visuale, vive e lavora tra Modena e Bologna.
Dopo il diploma in lingue straniere, intraprende per qualche anno un percorso professionale in ambito legale e commerciale per poi iscriversi, nel 2016, alla Scuola Biennale in Fotografia di Spazio Labo’. Studentessa e fotografa dalle apprezzabili qualità collabora con Spazio Labo’ sin da subito, rivestendo dapprima il ruolo di responsabile del master in fotografia documentaria, e successivamente docente. Dal 2017 collabora con agenzie e professionisti svolgendo reportage di eventi e matrimoni. Dal 2019 viene selezionata  come studio manager dal fotografo, artista e ricercatore Davide Monteleone.

CHIARA FRANCESCA RIZZUTI

POST-PRODUZIONE DIGITALE (PERCORSO TECNICO)

Nata a Cremona nel 1991, Chiara vive attualmente a Bologna. Dopo la laurea al DAMS con una tesi in semiotica, si iscrive al corso annuale di fotografia di Spazio Labò. Successivamente vince una borsa di studio per il master di Alta Formazione di Fondazione Modena Arti Visive. Durante il biennio, vince una residenza d’artista presso la Geidai University of Fine Arts di Tokyo. Nel corso degli anni ha modo di confrontarsi tramite stage e workshop con varie realtà italiane dedicate alla fotografia, con un occhio soprattutto all’editoria indipendente. Dal 2017 lavora da freelance come digital retoucher soprattutto per la moda e come docente presso FMAV per i corsi dedicati a InDesign e alla post produzione. Nel frattempo, studia presso la magistrale di Antropologia Culturale per apprendere nuovi strumenti da affiancare alla propria ricerca, specializzandosi in antropologia medica.

FRANCESCA CESARI

RITRATTO (PERCORSO TECNICO)

Francesca Cesari lavora come fotografa freelance con base a Bologna. Laureata in Storia dell’Arte Contemporanea ha un diploma in Professional Photographic Practice del LCP di Londra. La sua ricerca si concentra sulle persone nel loro ambiente, fotografate prevalentemente in luce naturale. L’indagine visuale è volta ad osservare le relazioni umane e i passaggi fondamentali dell’esistenza come la famiglia, l’adolescenza, la maternità e le relazioni, con una particolare attenzione al femminile. E’ uno degli autori dell’Agenzia LUZ Photo.

Francesca Farini Spazio Labo'

FRANCESCA FARINI

FOTOGRAFIA DI ARCHITETTURA E PAESAGGIO (PERCORSO TECNICO)

Dopo gli studi in Giurisprudenza, rivoluziona la sua vita seguendo la sua più grande passione: la fotografia. Nell’anno 2015/2016 frequenta il corso annuale presso Spazio Labo’ e al termine degli studi inizia la sua collaborazione professionale con la scuola, dapprima come assistente ai corsi di fotografia digitale e analogica e poi come docente responsabile della fotografia analogica presso il corso biennale.  Continua la sua formazione con un master in fotografia di Still life e un master in fotografia di Architettura ed Interni. Oggi alterna il suo lavoro tra la professione di fotografia di architettura e interni e la docenza presso Spazio Labo’ presso cui è coordinatrice della didattica legata al mondo della fotografia analogica.

LAURA DE MARCO

LINGUAGGI DELLA FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA (PERCORSO PROGETTUALE)

Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione all’Università degli Studi di Bologna si trasferisce a New York con una borsa di studio Mae-Crui e approfondisce lo studio della fotografia all’International Center of Photography. È co-fondatrice e co-direttrice di Spazio Labo’ e responsabile e curatrice delle mostre e delle attività culturali del centro dalla sua fondazione: cura mostre di fotografia, con particolare attenzione ai linguaggi contemporanei e alla multidisciplinarietà, scrive testi critici e cura la progettazione di lavori fotografici di autori emergenti; è docente della scuola triennale di Spazio Labo’ e responsabile dei corsi sui linguaggi della fotografia contemporanea, sulle pratiche curatoriali, sulla progettualità e sul book making; è responsabile del progetto editoriale Labo’ Books e co-responsabile della comunicazione del centro. Ha lavorato con alcune delle più importaanti voci della scena contemporanea internazionale, tra cui Carolyn Drake, Petra Stavast, Mayumi Suzuki, Elinor Carucci, George Georgiou, Rob Hornstra, Simon Roberts, Richard Renaldi, Max Pinckers, Gerry Johansson, Larry Fink, Jason Eskenazi, Mathieu Asselin, Davide Monteleone, Federico Clavarino, Vittorio Mortarotti, Tommaso Tanini, Alba Zari. Collabora con festival di fotografia internazionali, come lettrice di portfolio, membro di giuria e direttrice artistica. Ha diretto la 26esima edizione del festival internazionale di fotografia SiFest di Savignano sul Rubicone.

MARINA CANEVE

PHOTOBOOK MAKING (PERCORSO PROGETTUALE)

Fotografa e ricercatrice, sperimenta l’utilizzo della fotografia come strumento di osservazione autonomo all’interno di un processo di ricerca interdisciplinare. Il suo lavoro fa parte di collezioni pubbliche e private, ed è stato esposto in istituzioni quali Fotohof, Cortona On The Move, Fondazione Francesco Fabbri, MAR Ravenna, Mattatoio Roma, Matéria, Fotografia Europea Reggio Emilia, Fondazione Bevilacqua la Masa, La Biennale di Venezia, Fondazione Benetton. Con il progetto “Are they Rocks or Clouds?”, pubblicato da Fw:books e OTM (2019), ha vinto Premio Giovane Fotografia Italiana a Fotografia Europea – Reggio Emilia (2018) e il Photobook Dummy Award a Cortona On The Move (2018). Nel 2019 è tra i vincitori del bando Atlante Architettura Italiana promosso dal MUFOCO e dal MiBAC e nello stesso anno è tra i selezionati del bando iAlp promosso dal Museo Nazionale della Montagna (TO), per cui ha realizzato un progetto inedito che è entrato a far parte della collezione del Museo. Caneve alterna l’attività artistica con quella curatoriale e con la docenza. Dal 2019 insegna al Master IUAV in Photography (Università IUAV, Venezia). È co-founder di CALAMITA/À (2013-ongoing), una piattaforma di ricerca che pone la sua attenzione sui temi delle catastrofi, i grossi cambiamenti, la memoria e la politica. Nel 2018, insieme a Gianpaolo Arena e a Vulcano, ha fondato Osservatorio Cortina 2021.

Daria Scolamacchia Spazio Labo'

DARIA SCOLAMACCHIA

METODOLOGIE DI PROGETTAZIONE (PERCORSO PROGETTUALE)

Photo editor, è coordinatrice del dipartimento di Fotografia dello IED di Roma, dove insegna Metodologia della progettazione e Fenomenologia delle arti contemporanee. Cura mostre, progetti e volumi fotografici. Dal 2013 al 2018 ha lavorato a Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione, come coordinatrice del dipartimento fotografico e consulente editoriale, seguendo la realizzazione di libri e mostre. Nel 2018 è stata selezionata per far parte della giuria del 6×6 Global Talent Program del World Press Photo e dal 2015 collabora con il magazine Internazionale. È stata coautrice del volume The Gold Medals, edito da Contrasto, in cui si traccia la storia della fotografia dal 1955 al 2015 attraverso le immagini vincitrici dei cinque premi fotografici più longevi e prestigiosi al mondo. Ha inoltre curato le monografie dedicate a Steve McCurry e a Elliott Erwitt per i volumi Magnum. La storia, le immagini, editi da Contrasto/Hachette. Dal 2008 al 2013 ha lavorato nel dipartimento fotografico del settimanale Io donna del Corriere della Sera scrivendo di fotografia per Solferino 28, blog di Corriere.it. Tra il 2006 e il 2008 si è occupata di editing e produzione di servizi fotografici per l’agenzia Contrasto. Si è formata nelle redazioni romane dell’agenzia di stampa Associated Press Photo e APTN (Associated Press Television News).

Lina Pallotta Spazio Labo' Fotografia Bologna

LINA PALLOTTA

EDITING E PROGETTUALITÀ (PERCORSO PROGETTUALE)

Fotografa campana, vive tra New York e Roma. Nel 1990 si diploma in Fotogiornalismo e Documentario Fotografico all’ICP-International Center of Photography di New York. Ha lavorato per l’agenzia Impact Visuals Agency (NY) e dal 1992 al 2002 per l’Agenzia Grazia Neri di Milano. Ha pubblicato per varie riviste nazionali e internazionali. Numerose le mostre personali e collettive, in Europa e America, tra le quali al Queens Museum of Art (New York) e a L’Atelier de Visu (Marsiglia). Tra i premi ottenuti The Catalogue Project 1998 della New York Foundation for the Arts. Ha pubblicato “Shattering Myths And Claiming The Futur” (2002); “Piedras Negras” (1999); “ImmaginAction-poesia in movimento” (1999); “I’m from Lower East Side” (1998). Dal 1990 ha insegnato e tenuto stage per diversi istituti come l’ICP e l’Empire State College di New York.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi